una alta collina tra Umbria e Toscana, un panorama emozionante il lago di Chiusi e il Trasimeno,
Cortona e i monti dell’ Appennino, una casa troppo grande per una famiglia, a Città della Pieve,
a metà strada tra Roma e Firenze ,tra Siena e Perugia, tra John Fante e Tex Willer.

La casa di Carlo e Maria

La Casa di Carlo e Maria E’ al primo piano. Con una classica scala (privata) in pietra e mattoni si accede ad un piccolo portico con tavolino e poltroncine, a qui si può ammirare un vasto panorama che va dalla

La casa di Francesca e Filippo

La Casa di Francesca e Filippo E’ al primo piano. Con una classica scala (privata) in pietra e mattoni si accede ad una terrazza con tavolino e poltroncine coperta da una tenda gialla, da qui si può ammirare un bel

La casa di Emilia e di Piero

La casa di Emilia e di Piero E’ al piano terra. Fuori uno spazio molto grande coperto da un gazebo. Un tavolo grande e uno piccolo, poltroncine e sedie. Tutto immerso nel giardino e con vista sulla campagna attorno. Il

Un antico casale sulle colline umbre

Sono trascorsi più di venti anni da quando Laura e io capimmo che il nostro desiderio più grande era andare a vivere in campagna.
Non avevamo fretta, cominciammo a cercare con pazienza in diverse zone del Centro Italia.
Nella Maremma Toscana, per esempio. L’interno troppo lontano dalla nostra Napoli, la costa troppo alla moda e affollata d’estate.
Al confine tra Marche e Toscana trovammo una casa bellissima: come sarebbe stata la nostra vita così lontani da qualunque città, dalla ferrovia, dalle strade ? Quali amici sarebbero venuti così lontano ?

Così cominciammo a cercare in Umbria, nel “centro del centro” dell’Italia. E quando conoscemmo Città della Pieve ci sentimmo subito a casa. Una cittadina medievale tutta di mattoni, un luogo abitato da persone che conducevano una vita normale, animato tutti i giorni e non soltanto durante le vacanze. Vicino a Roma, Firenze, Siena, Orvieto,Todi e Perugia. La stazione dei treni a Chiusi e l’Autostrada a pochi chilometri. Un luogo vero, dove avremmo potuto vivere tutto l’anno e far crescere i nostri figli.

Per anni girammo in cerca di casa con diversi agenti immobiliari, senza mai trovare nulla che andasse bene. Un giorno, settembre 1999, la macchina di uno di loro davanti, noi dietro, vedemmo un casale bellissimo, sul fianco di una collina di olivi che guardava il lago, circondata da campi di girasole. Dissi a Laura: “perché non ci fanno mai vedere una casa come quella ?”.

.........in verità era lì che ci stavano portando !

Venite a trovarci. Scoprirete perché in soli due giorni decidemmo che era lì che avremmo vissuto.

Mario